L’olio extra vergine d’oliva biologico della Casetta Tartuchino

L’olio extra vergine d’oliva biologico della Casetta Tartuchino

Olea primum arborum est

 

Sembra che l’olivo sia originario dell’Asia meridionale, e che si sia diffuso in Egitto e in Grecia e poi in tutta l’area mediterranea. I reperti fossili scoperti nel Negev  testimoniano che era utilizzato dall’uomo già 45.000 anni fa. Lo storico romano Columella (I sec. d.C.), scrisse “Olea primum arborum est” (“L’olivo è l’albero primario”). Nella storia è comune la dizione “unto dal Signore”, e il ramo che la colomba portò all’arca di Noé proveniva da un ulivo; la menzione dell’olivo è frequente anche nell’arte e nella mitologia greche.

L’olio extra vergine di oliva biologico Casetta Tartuchino

Il Podere Tartuchino si trova nel Comune di Semproniano e produce olio extra vergine di oliva biologico. Nel 2016 abbiamo avuto la certificazione bio, lavorando sulla prevenzione e sul benessere delle nostre piante, con i prodotti e i sistemi propri dell’agricoltura biologica: il nostro è un oliveto inerbito, ricchissimo di biodiversità. La zona è vocata alla produzione di olio, che qui ha una lunga storia, come dimostra il bimillenario Olivone di Fibbianello: la sua resilienza all’atto vandalico del 1998, che lo voleva carbonizzato e finito, dimostra la sorprendente vitalità e gagliardia delle piante d’olivo.

 

Nel 1990, al nostro arrivo al Tartuchino, abbiamo trovato un bellissimo oliveto, su una dolce e panoramicissima collina. Da questo pezzetto di terra affacciato sul mondo è nato il nostro amore per l’olio. All’oliveto originario, abbiamo aggiunto 25 figli dell’Olivone che abbiamo adottato con il progetto per la salvaguardia del suo vigoroso genoma, realizzato dall’Istituto Agrario di Grosseto Leopoldo di Toscana; abbiamo poi recuperato diversi vecchi olivi tra i quali si era intrufolata la vegetazione dei siepali di divisione dei campi e piantato ancora varietà tipicamente toscane: Lecci del Corno, Leccini, Moraioli e infine Pendolini come impollinatori.

 

Un olio extra vergine di oliva davvero buono esalta tutti i sapori e noi, che siamo golosi, vogliamo ottenere un olio extra vergine d’oliva davvero buono e salutare, ricco di polifenoli e vitamina E. Per questo, preferiamo raccogliere precocemente, anche se la produzione risulta quantitativamente inferiore. Raccogliamo utilizzando agevolatori a batteria e a compressore, facendo attenzione a che le olive non vengano danneggiate e aspettino all’ombra nelle loro cassette il trasporto al frantoio, a fine giornata. Tutte le operazioni agronomiche (potatura, fertilizzazione, gestione del suolo, difesa) sono svolte con  prodotti e  sistemi propri dell’agricoltura biologica.

Il nostro frantoio di riferimento è un frantoio moderno, ha una linea biologica e lavora a basse temperature per mantenere le caratteristiche organolettiche dell’extravergine.

Filtriamo l’olio perché conservi al meglio gusto e profumo, lo facciamo  analizzare in laboratorio  per accertare i valori dell’acidità e degli anti ossidanti e lo conserviamo nel nostro locale di stoccaggio, dove viene tenuto alla giusta temperatura, fino al momento di partire per valorizzare i vostri buoni piatti.

 

Sappiamo che l’olio extra vergine di oliva è un dono della Madre Terra, anche più prezioso del vino, perché un ettaro di oliveto produce molto meno di un ettaro di vigna, perché l’olio conserva le sue caratteristiche organolettiche per soli 18 mesi, mentre il vino migliora invecchiando e perché una bottiglia d’olio di qualità non può mancare sulle nostre tavole.

Siamo orgogliosi del nostro olio e del miglioramento che il nostro modo di produrre porta all’ambiente circostante e siamo lieti di poter contribuire alla gioia dei vostri palati che non potranno non riconoscere la differenza.

Al momento abbiamo una produzione di qualità ma di limitata quantità, che ci viene dall’oliveto originario, ma abbiamo fiducia che i nuovi olivetti ci regaleranno presto bei raccolti.

Quest’anno abbiamo preparato  per voi 3 formati: latte da 3 litri (euro 42,00), bag in box da 3 litri (euro 44,00), bottiglie da 0,75 con tappo antirabbocco e in vetro scuro, per prevenire l’ossidazione (euro 14,00). I costi si intendono in azienda.

La differenza  tra latta e bag in box è che le latte sono molto comode per il trasporto, ma è preferibile travasare l’olio una volta che la confezione sia stata aperta; le bag in box, invece, non hanno necessità di travaso perché non lasciano entrare l’aria.