Casetta Tartuchino – casa vacanza sulle colline della Maremma Toscana

 

Cercate  una casa accogliente per una vacanza in un posto bucolico e silenzioso, tra le colline maremmane? La Casetta Tartuchino si trova in una posizione panoramica che amplifica la percezione dello spazio, e potrà accogliervi con i vostri amici o con la vostra famiglia: il numero massimo degli ospiti è 8.

 

La casetta

E’ un casaletto in pietra, totalmente ristrutturato nel 2012, arredato con mobili in stile country, con aria condizionata, Wifi, e camino. Potrete mangiare sotto il patio arredato con mobili da esterno o nel giardino, con ampi tavoli. Il tavolo all’interno può ospitare 6/8 persone.

La casetta ha una  zona giorno, una cucina, 4 bagni, 3 camere da letto più una che può essere utilizzata come stanza da letto o soggiorno. Il parcheggio può ospitare quattro macchine.

In estate, dal giardino potrete ammirare il cielo stellato e godere dei richiami degli animali selvatici innamorati che popolano la zona.

In autunno e in inverno, il camino inviterà alle chiacchiere e alla lettura.

La primavera vi chiamerà a passeggiare nella campagna e nelle macchie circostanti, oltre che a scoprire gli affascinanti borghi che distano assai poco.

 

I dintorni

Avrete attorno le colline maremmane, con una densità di popolazione bassissima: dimenticherete l’inquinamento luminoso e acustico della città e godrete del panorama e del silenzio della campagna.

Siamo ad un’ora dalla costa e ad un’ora dalla vetta del Monte Amiata. Potrete rilassarvi nelle calde acque sulfuree di Saturnia, a 12 km,  tuffarvi nel passato visitando i resti romani ed etruschi, passeggiare nelle atmosfere dei borghi medievali, esplorare i sentieri, e godere della tradizione culinaria maremmana.

Se avete a disposizione qualche giorno in più, vale la pena fare una puntata sulla costa, per fare un bagno a Cala Violina o a Marina di Alberese, oppure una escursione sul Monte Labbro, per scoprire la storia di Davide Lazzaretti, il profeta della Maremma, o fare una passeggiata tra le faggete del Monte Amiata.